Origini e storia dello spiritismo (prima parte). Le Sorelle Fox e i fatti di Hydesville

Le sorelle Fox

Lo spiritismo, pensiero secondo il quale è possibile una reale interazione con l’aldilà, nacque con il celebre episodio delle sorelle Katherine (1837-1892) e Margaret Fox (1833-1893), in una modesta casa di campagna nel paesello di Hydesville, nello stato di New York.

Casa di Hydesville

La casa delle Fox

I fatti cominciarono nel 1848 quando le piccole Fox affermarono di sentire forti colpi che provenivano dai muri di casa. I coniugi Fox indagarono sul fenomeno, ipotizzando in principio che i rumori derivassero dalle condutture, tuttavia non riuscirono a scoprire di cosa si trattasse nè a darsi spiegazioni logiche. Cominció tutto nel marzo di quell’anno, e secondo le dichiarazioni delle bambine, la notte del 31, Kate avrebbe chiesto allo spirito di rispondere allo schiocco delle sue dita e di aver ottenuto risposta. Le sorelle avrebbero in seguito chiesto di battere tante volte quanto gli anni delle loro età, e anche in tale occasione lo spirito avrebbe risposto correttamente.

Quando le voci cominciarono ad echeggiare nel paesino, una cameriera che era stata a servizio di tale signor Bell, il precedente occupante della dimora, affermó di ricordare un venditore ambulante che una sera chiese ospitalità per la notte, e che poi sparí nel nulla. Tale signor Bell fu quindi presto additato come assassino, evitato e mal considerato da tutti.

Charles Haynes riveló inoltre che dopo l’omicidió fu sepolto nella cantina di casa e in seguito, dopo aver scavato nel pavimento, trovarono frammenti di ossa e alcune ciocche di capelli. L’eco delle Fox cominció a spargersi ovunque, ma analisi successive dimostrarono che le ossa rinvenute erano quelle di un cane. Solo anni dopo, nel 1904, il nuovo proprietario della casa scoprí, durante alcune opere di ristrutturazione, uno scheletro murato nella parete della cantina, accanto ad una cassetta per venditori ambulanti.

I poteri delle fox fecero scalpore su ogni giornale locale e ben presto raggiunsero anche gli uffici delle grandi testate giornalistiche. Il fenomeno fu tanto rilevante che avrebbe dato vita negli anni alla nascita di un movimento filosofico che vedeva la reale possibilità di comunicare con l’aldilá, provando cosí definitivamente l’esistenza dell’anima. La pratica spiritistica si diffuse cosí velocemente che nel 1852, venne organizzato a Cleveland, il primo congresso internazionale sullo spiritismo e giá nel 1854, solo sei anni dopo i fenomeni in casa Fox, si contarono tre milioni di seguaci dello spiritismo appartenenti a diversi circoli.

Kate e Margaret, spaventate dai persistenti fenomeni di Hydesville, furono in seguito mandate a Rochester; Kate presso la sorella maggiore Leah (1814 – 1890), e Margaret dal fratello David, tuttavia i fenomeni paranormali si manifestarono anche nelle rispettive abitazioni.

le-sorelle-fox

L’esperienza delle Fox provocó subito un forte eco mediatico, tanto da attirare l’attenzione di alcuni scienziati che cominciarono a indagare sulle presunte manifestazioni. Di riflesso si aprirono allo spiritismo i salotti e gli intellettuali dell’epoca, dimostrando grande interesse verso tali fenomeni medianici, al punto che le sedute spiritiche divennero una pratica ricreativa tanto negli ambienti aristocratici, quanto in quelli popolari.

Le sorelle Fox furono per anni protagoniste di convegni tra Stati Uniti ed Europa attirando molti personaggi di spicco dell’epoca. Probabilmente divisero il pubblico piú volte, ma sparsero indubbiamente il seme dello spiritismo in due continenti.

Leah Fox, ultima delle sorelle coinvolta nei fenomeni spiritici fu considerata la prima Medium professionista della storia, con dimostrazioni e consulenze sotto compenso, seppur le sue pretese economiche non furono mai molto pretenziose. Durante le sue sedute si verificavano fenomeni tra i piú incredibili, strumenti che suonavano da soli, mani invisibili che toccavano i partecipanti e chiarissime manifestazioni di ogni tipo. Durante tale periodo le Fox vennero esaminate da parecchie commissioni d’indagine e tutte dovettero ammettere che non vi fosse alcun trucco, e che i poteri delle sorelle Fox fossero genuini. Kate e Margaret divennero anch’esse medium di successo, fino ad introdursi coi loro esperimenti negli ambienti piú altolocati. Margaret sposó Elisha Kane, il celebre esploratore dell’Artico, nel 1852, e convertitasi al cristianesimo, sotto l’influenza del marito convinto che Leah manipolasse le sorelle, lasció l’attivitá fino alla morte del coniuge.

Kate ebbe la fama di una medium molto potente, capace di provocare fenomeni di ogni tipo, tra luci spiritiche, materializzazione di mani, e movimento di oggetti a distanza.

Dopo una pausa di Leah, nel 1861 Kate fu l’unica che continuó le sue attivitá medianiche per molto tempo. Quell’anno fu ingaggiata da un banchiere di New York, Charles Livermore, personaggio di spicco che desiderava rimettersi in contatto con la moglie da poco scomparsa. Quell’incontro fu molto propizio per la carriera della Medium poichè gli esiti delle sedute spiritiche fecero eco in tutto il mondo. Kate materializzó il fantasma di Estelle Livermore 388 volte, e spesso si manifestava volando per la stanza e arrivando fino al soffitto. Estelle interloquiva poco, tuttavia scriveva molto e in lingua francese, idioma che la medium non conosceva. A spese di Livermore Kate voló in Inghilterra per essere esaminata da un team di scienziati, i ricercatori che nel 1882 avrebbero fondato la “Società per le ricerche psichiche”. Tra il 1871 e il 1874 Kate fu una delle medium esaminate dal celebre scienziato William Crookes, che ancora una volta dichiaró l’autenticità dei poteri e dei fenomeni manifestati dalla Fox. Crookes, chimico e fisico di grande spessore, fu un personaggio chiave nel processo evoluzionistico dello spiritismo, ipotizzando l’esistenza di una “forza psichica” – cosí fu battezzata – in grado di interagire sulla materia inerte, forza proveniente da capacitá umane non ancora esplorate.

Gli anni passarono, e purtroppo la piaga dell’alcol cominció a segnare la carriera e l’equilibrio delle delle due sorelle piú giovani. La prima a cascarci fu Maggie, mentre Kate, ormai medium di fama mondiale, vi cadde gravemente quando nel 1883 rimase vedova di un avvocato con cui rimase sposata per anni e con cui ebbe due figli. L’alcool divenne a quel punto motivo di rottura con Leah, che accusó le sorelle di perdere progressivamente i poteri medianici a causa di tale vizio, di non essere autosufficienti e nel caso di Kate di non riuscire a badare ai bambini. Nel frattempo Margaret, la sorella meno stabile, iniziò a pensare che i suoi poteri avessero un’origine diabolica, e presa da un grosso risentimento verso lo spiritismo e nei confronti di Leah, fece scoppiare uno scandalo. La lite tra le Fox ebbe infatti gravi conseguenze mediatiche poichè nel 1888 Maggie e Kate rilasciarono un’intervista nella quale dichiaravano essere state manipolate da Leah, e che lo spiritismo era tutta una messa in scena.

Kate e Margaret decisero quindi di recarsi a New York, dove un giornalista le propose 1.500 dollari in cambio dell’esclusiva sui fatti. Maggie parló pubblicamente presso la New York Academy of Music il 21 ottobre 1888, davanti a 2000 persone, spiegando che poteva produrre dei colpetti schioccando le articolazioni delle dita dei piedi. Raccontó inoltre una presunta verità sui fatti di Hydesville, pubblicata sul New York World il 21 ottobre 1888, nella quale spiegava che i colpi non erano altro che lo sbattere di una mela legata ad uno spago in assenza dei genitori. Le confessioni delle due sorelle tuttavia non convinsero nè scienziati, nè spiritisti, nè le persone piú informate a conoscienza dei fatti. La teoria sullo schiocco delle articolazioni fu avanzata giá da alcuni scettici poco dopo i fenomeni di Hydesville, tuttavia gli spiritisti che avevano piú volte assistito alle sedute delle Fox non credettero a nessuna delle dichiarazioni, adducendo che lo schioccare delle dita non poteva difatto produrre colpi chiaramente provenienti da punti differenti della stanza. Inoltre le dichiarazioni di Margaret non spiegarono fenomeni ben piú particolari, materializzazioni, strumenti musicali che suonavano da soli, spostamenti di oggetti, e decine di manifestazioni che avevano luogo nelle sedute, documentate da autorevoli scienziati.

Lo scandalo ebbe dimensioni probabilmente inaspettate. L’anno dopo Margaret, pentita amaramente, confessò di aver rilasciato tali dichiarazioni solo per denaro, e a causa di condizioni economiche devastanti. Leah fu la prima a morire nel 1890, la seguirono entrambe le sorelle nel giro di poco, Kate nel 1892, Maggie nel 1893, tutte in povertà ed escluse da quella società che un tempo le procurarono fama.

Tale dottoressa Mellen, convinta antispiritista, assistette alla morte di Margaret Fox, e solo anni dopo rivelò, nel corso di un congresso medico, di aver assistito ai Raps da parte di Maggie ormai in fin di vita e che in nessun modo potevano essere ricondotti ad un trucco.


Potrebbe interessarvi anche:

EUSAPIA PALLADINO – ORIGINI DELLO SPIRITISMO PARTE SECONDA

Eusapia Palladino

 

 

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *